Si può seguire il corso online (da tutta Italia), oppure in libreria dal vivo, a Milano

Libreria Popolare
Via Tadino 18, Milano
Inizio: martedì 26 febbraio 2019
Durata della singola lezione: h 18.15 – 20

Insegnanti:

Mariarosa Bricchi, Maurizio Cucchi, Giorgio Fontana, Bruna Miorelli, Marta Morazzoni, Mauro Novelli, Alessandro Robecchi, Gianni Turchetta, Hans Tuzzi.

Argomenti:

  • Cos’è la struttura, esempi di riferimento per l’oggi.
  • Davvero il verbo al passato remoto resta il tempo per eccellenza della narrativa?
  • Come movimentare i piani narrativi.
  • Le scansioni (scena, episodio, dialogo, soliloquio, …).
  • Rompere le regole: Joyce, Proust, Céline.
  • Punti a favore e punti di debolezza da risolvere per chi sceglie l’io narrante.
  • Narrare in terza persona per contenere l’eccesso di autobiografismo?
  • Il dialogo nei romanzi di Elena Ferrante.
  • Come rendere il pensiero dei personaggi.
  • Quando la ripetizione ci vuole e quando risulta stucchevole.
  • L’uso degli aggettivi.
  • Il rapporto tra i personaggi e lo spazio (far capire quando ne sopraggiunge un altro, chi c’è nella stanza, raccontare un luogo affollato, festa, cerimonia, eccetera).
  • Come accorpare il testo, secondo quali criteri, e quali spaziature utilizzare.

Profilo degli insegnanti:

Matteo B. Bianchi: Scrittore, autore di numerosi romanzi, tra cui Generations of love, Fermati tanto così, Esperimenti di felicità provvisoria (tutti Baldini & Castoldi), Apocalisse a domicilio, Sotto anestesia, Maria accanto. Ha partecipato alla trasmissione Dispenser di Radio 2 RAI, ed è stato coautore della trasmissione Very Victoria (MTV). È autore della commedia teatrale Bigodini.

Maurizio Cucchi: Nel 2005 per Mondadori è uscito il suo primo romanzo, Il male è nelle cose, seguito da La traversata di Milano. Molte le raccolte di poesie: Paradossalmente e con affanno (Einaudi), Il disperso, Le meraviglie dell’acqua (1980), Glenn (1982, Premio Viareggio), Il figurante (scelta di versi 1971-1985), Donna del gioco (1987), La luce del distacco (per il teatro, 1990), Poesia della fonte (1993, Premio Montale), L’ultimo. Esperienze professionali come informatore e dirigente industriale.

Giorgio Fontana: Scrittore, pubblica con Sellerio Per legge superiore, Morte di un uomo felice (Premio Campiello 2014), Un solo paradiso. Il suo romanzo d’esordio, Buoni propositi per l’anno nuovo (Mondadori), è seguito da Novalis (Marsilio). Con il reportage narrativo sugli immigrati a Milano Babele 56. Otto fermate nella città che cambia (Terre di Mezzo) è finalista al Premio Tondelli 2009. Nel 2011 pubblica per Zona il saggio La velocità del buio. Autore di articoli e saggi su “Il manifesto”, “Lo Straniero”, “Opendemocracy.net”, “Il primo amore”, “Berfrois”, “El Aleph”, “Wired”. Dal 2005 al 2010 è condirettore del pamphlet letterario “Eleanore Rigby”.

Bruna Miorelli: Giornalista culturale a Radio Popolare Milano. Ha curato le antologie di racconti Da un mondo all’altro, Racconta, Racconta due (tutte la Tartaruga edizioni). Ha curato inoltre la raccolta di saggi Millelibri (Oscar Mondadori), e Ciao Bella (Lupetti). Con Rosaria Guacci è autrice di Come scrivere (Zelig). Ha tenuto rubriche di recensioni letterarie per le riviste “Cuore” e “Linus”.

Marta Morazzoni: Autrice di romanzi e racconti. Nel 2018 ha ottenuto il Premio Campiello alla Carriera, nel 1997 il Premio Campiello per Il caso Courrier (Longanesi). Tra i suoi lavori di narrativa: La ragazza col turbante, Casa Materna, L’estuario, Una lezione di stile, Un incontro inatteso per il consigliere Goethe (tutti Longanesi), La città del desiderio, Amsterdam (Guanda), Una nota segreta (Longanesi), Il fuoco di Jeanne (Guanda).

Mauro Novelli: Docente di Letteratura italiana all’Università Statale di Milano. Autore di numerosi saggi su Delio Tessa, Carlo Porta, Andrea Camilleri, Piero Chiara. Suoi Il verismo in maschera, Il ponte vecchio, Divora il tuo cuore (Il Saggiatore). Ha collaborato alle riviste “Linea d’ombra”, “Tirature”, “Nuova antologia”, “Diario”. Fa parte della giuria letteraria del Premio Chiara e del Premio Manzoni.

Alessandro Robecchi: Scrittore, giornalista, autore di testi televisivi. È diventato autore di bestseller con la serie di gialli ambientati a Milano, protagonista Carlo Monterossi. Cinque i titoli, l’ultimo Follia maggiore (tutti Sellerio). Preceduti da Manu Chao. Música y libertad (Sperling & Kupfer) e Piovono pietre (Laterza). Scrive per “il Fatto Quotidiano”. È stato editorialista de “il manifesto”, caporedattore al settimanale satirico “Cuore”, critico musicale per “L’Unità” e ha collaborato al mensile di musica “Il mucchio selvaggio”. È uno degli autori delle trasmissioni di Maurizio Crozza. È stato direttore dei programmi a Radio Popolare, firmando per cinque anni una striscia satirica quotidiana, Piovono Pietre (premio Viareggio per la satira politica 2001).

Gianni Turchetta: Saggista e docente di Letteratura italiana contemporanea all’Università Statale di Milano. Ha affiancato al lavoro di ricerca specialistica interventi di critica militante, cercando di unire critica formale, teoria della letteratura e critica sociologica. Ha curato L’opera completa di Vincenzo Consolo per i Meridiani Mondadori (2015, Premio Lions 2016) e edizioni di Campana, D’Annunzio, Pirandello. Ha pubblicato i volumi Dino Campana, biografia di un poeta (1985, 20033), Gabriele d’Annunzio (1990), La coazione al sublime (1993), Il punto di vista (1999), Critica, letteratura e società (2003) e molti saggi sulla letteratura dell’800-900 (fra gli altri, su Collodi, Salgari, Tozzi, Gadda, Moravia, Cassola, Fortini, Sciascia, Mastronardi, Testori, Consolo, Tadini, Elena Ferrante, Marcello Marchesi, la narrativa comica), sull’editoria e sui media. Ha inoltre tradotto dal francese (fra gli altri La schiuma dei giorni e Lo strappacuore di Boris Vian), dall’inglese e dal serbo-croato.

Hans Tuzzi: Autore di romanzi, saggi, biografie. Noto soprattutto come giallista ed esperto di storia del libro e del mercato antiquario. Il commissario Melis è protagonista di Il Maestro della Testa sfondata (2002), Perché Yellow non correrà (2003), Tre delitti un’estate (2005), La morte segue i magi (2009), Un posto sbagliato per morire (2011), La figlia più bella, Casta diva. I gialli sono pubblicati da Bollati Boringhieri. Altri libri fuori dal genere poliziesco Vanagloria e Morte di un magnate americano (Skira).

8 pensieri riguardo “Corso base di scrittura creativa 2019

    1. Buongiorno Cristina,
      il costo del corso, che comprende 12 lezioni di un’ora e l’editing di 12 testi, è di 297€. Per maggiori informzioni sulla procedura di iscirzione la prego gentilmente di inviare un’emil a artedelnarrare@gmail.com.
      Cordiali saluti,
      Bruna

    1. Buongiorno Orazio,
      il costo del corso, che comprende 12 lezioni di un’ora e l’editing di 12 testi, è di 297 €. Per maggiorni informazioni sulla procedura di iscrizione la prego gentilmente di inviare un’email a artedelnarrare@gmail.com
      Cordiali saluti,
      Bruna

  1. Buonasera, vorrei sapere se è un corso rivolto solo agli adulti oppure se può essere indicato anche per un ragazzo di seconda superiore ossia quasi sedicenne. Grazie Filomena

    1. Salve, abbiamo avuto anche minorenni tra i nostri iscritti, quello che conta è che siano autonomi nell’organizzazione del lavoro e interessati personalmente alla scrittura.

Rispondi a Cristina Annulla risposta